TASI 2017

Ufficio di riferimento: Tributi icona per la stampa della pagina

Descrizione Procedimento

 

L’art. 1 comma 639 della Legge n. 147 del 27 dicembre 2013 ha istituito l’imposta unica comunale (IUC), la quale si compone dell'imposta municipale propria (IMU), di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, e di una componente riferita ai servizi, che si articola nel tributo per i servizi indivisibili (TASI), a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile, escluse le unita' immobiliari destinate ad abitazione principale dal possessore nonche' dall'utilizzatore e dal suo nucleo familiare, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, e nella tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell'utilizzatore.

Requisiti

Il presupposto impositivo della TASI e' il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati e di aree edificabili, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli e dell'abitazione principale, come definiti ai sensi dell'imposta municipale propria di cui all'articolo 13, comma 2, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

E' dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo le unita' immobiliari di cui sopra.

-          In caso di pluralita' di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria;

-          in caso di detenzione temporanea di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, la TASI e' dovuta soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprieta', usufrutto, uso, abitazione e superficie;

-          nel caso di locali in multiproprieta' e di centri commerciali integrati il soggetto che gestisce i servizi comuni e' responsabile del versamento della TASI dovuta per i locali e le aree scoperte di uso comune e per i locali e le aree scoperte in uso esclusivo ai singoli possessori o detentori, fermi restando nei confronti di questi ultimi gli altri obblighi o diritti derivanti dal rapporto tributario riguardante i locali e le aree in uso esclusivo;

-          nel caso in cui l'unita' immobiliare e' occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull'unita' immobiliare, quest'ultimo e l'occupante sono titolari di un'autonoma obbligazione tributaria. L'occupante versa la TASI nella misura del 30 per cento, la restante parte e' corrisposta dal titolare del diritto reale sull'unita' immobiliare.

 

Documentazione Necessaria

Denuncia Tasi

Aliquote

L’amministrazione comunale ha deliberato per l’anno 2016 le seguenti aliquote:

Fabbricati accatastati nelle cat. D10                   1,00 per mille

Fabbricati accatastati nelle cat. A1, A8, A9           0,00 per mille (azzeramento aliquota)

Altri immobili                                                    0,00 per mille (azzeramento aliquota)

           

Scadenze

Presentazione denuncia:

-          entro il termine del 30 giugno dell'anno successivo alla data di inizio del possesso o della detenzione dei locali e delle aree assoggettabili al tributo.

 

Versamenti 2016:

-          16 giugno 2017 per l’acconto

-          18 dicembre 2017 per il saldo.

I versamenti dovranno avvenire attraverso modello F24;

 

Normativa

-          Legge 147/2013 (in particolare art. 1 commi 639 e da 669 a 679, 681,683,684,685,687)

-          Regolamento per l’applicazione dell’Imposta Unica Comunale (IUC)

Regolamento IUC

http://www.comune.cavernago.bg.it/comune/atti-del-comune/statuto-e-regolamenti/

Denuncia TASI

Denuncia TASI

Richiesta di assimilazione all’abitazione principale degli immobili concessi in uso gratuito a genitori o figli

Richiesta di assimilazione all’abitazione principale degli immobili concessi in uso gratuito a genitori o figli

Calcolo della Tasi online