Matrimonio religioso cittadini italiani

Ufficio di riferimento: Stato Civile icona per la stampa della pagina

Descrizione Procedimento

Per potersi sposare occorre prima procedere alla richiesta di pubblicazione di matrimonio.

Il matrimonio religioso concordatario (cioè quello che avviene secondo le modalità concordate tra Stato e Chiesa Cattolica) è celebrato dal Parroco ed ha effetti civili, in quanto dopo la celebrazione l’atto di matrimonio viene trasmesso all'Ufficio di Stato Civile per la trascrizione.

Modalità

E’ necessario contattare il Parroco della parrocchia di residenza di uno degli sposi, e concordare con lui sia la documentazione necessaria che ogni altra formalità richiesta (frequenza di corsi di preparazione al matrimonio, luogo della celebrazione del matrimonio, ecc.).

Il Parroco rilascia all’interessato la richiesta di pubblicazione di matrimonio, che va consegnata all’Ufficio di Stato Civile del Comune dove si richiede la pubblicazione.

Dopo la celebrazione del matrimonio il Parroco trasmette l’atto allo Stato Civile perché venga trascritto. La richiesta di trascrizione è fatta da chi ha celebrato il matrimonio entro 5 giorni dalla celebrazione. L'Ufficiale dello Stato Civile, se ci sono le condizioni per farlo, effettua la trascrizione entro ventiquattro ore.  Con la trascrizione il matrimonio assume rilevanza giuridica anche per lo Stato italiano.  La trascrizione può essere effettuata anche a posteriori su richiesta dei due sposi o di uno solo di essi, se entrambi ne sono a conoscenza e l'altro non si oppone (richiesta tardiva). 

A trascrizione avvenuta può essere richiesta la certificazione relativa al matrimonio.

Requisiti

Aver compiuto 18 anni, oppure 16 con l’autorizzazione del Tribunale per i Minorenni.

Documentazione Necessaria

-

Costo

Nessuno.

Normativa

DPR 03/11/2000 n. 396
Codice Civile

Tempistica

Entro 24 ore.