Permesso di Costruire

Ufficio di riferimento: Ufficio Edilizia Privata icona per la stampa della pagina

Descrizione Procedimento

A partire dal 16/03/2005 trova completa applicazione la “Legge Regionale 11 marzo 2005, n. 12 “Legge per il governo del territorio”.

Il Comune di CAVERNAGO rientra fra i comuni classificati a bassa sismicità, zona 3. Per le opere edilizie da realizzarsi nei comuni a bassa sismicità il progetto delle opere dovrà essere conforme alla normativa tecnica prevista dal Decreto Ministeriale 14/01/2008 e ss.mm.ii.

Requisiti

La richiesta è presentata dal proprietario dell’immobile o da chi abbia titolo per richiedere ed ottenere l’abilitazione allo svolgimento di un intervento edilizio.

  • il superficiario (nei limiti della costituzione del suo diritto);
  • l’enfiteuta (nei limiti del contratto);
  • il titolare di servitù prediali, per gli interventi conformi al titolo;
  • il concessionario di beni demaniali, conformemente all’atto concessorio;
  • l’azienda erogatrice di pubblici servizi, conformemente alla convenzione stipulata con il proprietario o con la persona legittimata a disporre;
  • il beneficiario di un conforme provvedimento giurisdizionale o amministrativo;
  • l’assegnatario di aree P.E.E.P. o P.I.P., conformemente all’atto di assegnazione dell’organo comunale competente;
  • il soggetto che agisce in forza di un negozio giuridico che consenta il godimento di un bene immobile e contestualmente conferisca l’esplicita facoltà di richiedere il permesso di costruire ed eseguire i relativi lavori.

Documentazione Necessaria

Modulo di domanda compilato e duplice copia degli elaborati progettuali che dovranno essere timbrati e firmati da :

  • Il richiedente e il proprietario (se diverso dal richiedente)
  • Il progettista
  • L’impresa esecutrice delle opere

Unitamente alla seguente documentazione integrativa :

  • Titolo di proprietà, registrato e trascritto.
  • Aerofotogrammetria in scala 1:2000 con riporto in colore giallo dell’immobile oggetto di intervento o dell’ingombro dei nuovi edifici.
  • Nulla osta VV.FF. ovvero dichiarazione sostitutiva del progettista e del titolare, di assunzione di responsabilità in ordine al non assoggettamento dell’opera a detto nulla osta.
  • Dichiarazione  impegnativa  del progettista e del titolare prevista al punto  3.1.4 del titolo 3° del Regolamento Locale di Igiene.
  • Dichiarazione  del  professionista abilitato di cui al 4° comma dell'articolo 77 del D.P.R. 06/03/2001 n° 380.
  • Documento Unico di Regolarità Contributiva in corso di validità, della Ditta esecutrice delle opere, ai sensi dell’art. 86 D.Lgs. n° 276/2003.
  • Tabella riepilogativa per la determinazione del contributo di costruzione ai sensi dell’art. 16 del D.P.R. 06/06/01 n° 380 e ss.mm.ii.
  • Ricevuta dell’avvenuto versamento presso alla Tesoreria Comunale - Banca  Credito Cooperativo di Ghisalba - Filiale di  Cavernago della suddetta somma, unitamente al pagamento dei diritti di segreteria.
  • Scheda ISTAT (modello da ritirarsi presso l’Ufficio Tecnico).
  • Documentazione attestante l'adattabilità, la visitabilità e l’accessibilità, ai sensi della L.R. n° 6/89 e del DPR 06/03/01 n° 380 e relative prescrizioni
  • Progetti  esecutivi  degli impianti di cui all'art. 4 del  Regolamento di attuazione della Legge n° 46 del 05/03/1990 (D.P.R. n° 447 del 06/12/1991) ora Art. 119 del D.P.R. 06/03/2001 n° 380 o dichiarazione di assunzione di responsabilità da parte del progettista e del titolare in ordine al non assoggettamento dell'opera all'obbligo di  tali progettazioni.                                                                                             
  • Relazione di cui all'Art. 125 del D.P.R. 06/03/2001 n° 380.   
  • Elaborato grafico con la localizzazione dispositivi anticaduta ai sensi dell’art. 3.2.11 R.L.I. e relativa scheda tecnica.  

Costo

CONTRIBUTI PER OPERE DI URBANIZZAZIONE AFFERENTI AL RILASCIO DI PERMESSI DI COSTRUIRE/DENUNDE DI INIZIO ATTIVITà/S.C.I.A. ecc... (Deliberazione del Consiglio Comunale N. 31 del 30/09/2005)

CONVERSIONE DOPO L'APPROVAZIONE DEL P.G.T. dGC n°91 del 28/10/2013

 

 

 

 

URBANIZZAZIONE

 

 

 

 

Primaria

Secondaria

Smaltimento rifiuti

EDIFICI DESTINATI ALLA RESIDENZA

 

 

 

AMBITI RESIDENZIALI DI VALORE STORICO (ex z.o. A)

 

VALORI AL

 MC

 

-

Nuove costruzioni, demolizioni e ricostruzioni

 €     3,00

 €         6,05

 

-

Restauro, risanamento e ristrutturazione

 €     1,40

 €         1,50

 

AMBITI RESIDENZIALI INTEGRATI compreso ATR1 (ex z.o. B, C e E)

 

VALORI AL

 MQ

 

-

Nuove costruzioni, demolizioni e ricostruzioni

 €     18,00

 €         24,60

 

-

Restauro, risanamento e ristrutturazione

 €     7,65

 €         10,20

 

       

 

       

 

  AMBITI PRODUTTI INTEGRATI

VALORI AL MQ

 

EDIFICI IMPIANTI PER L'INDUSTRIA

 

 

 

-

Nuove costruzioni, demolizioni e ricostruzioni

 €   22,00

 €       19,33

 €            4,55

-

Restauro, risanamento e ristrutturazione

 €   10,00

 €         8,50

 €            4,55

EDIFICI IMPIANTI PER L'ARTIGIANATO

 

 

-

Nuove costruzioni, demolizioni e ricostruzioni

 €   22,00

 €       19,33

 €            4,55

-

Restauro, risanamento e ristrutturazione

 €   10,00

 €         8,50

 €            4,55

EDIFICI ADIBITI AD INDUSTRIA ALBERGHIERA

 

 

-

Nuove costruzioni, demolizioni e ricostruzioni

 €   28,15

 €       23,00

 

-

Restauro, risanamento e ristrutturazione

 €   19,35

 €       17,00

 

EDIFICI ADIBITI AD ATTIVITA' DIREZIONALE E COMMERCIALE

-

Nuove costruzioni, demolizioni e ricostruzioni

 €   55,00

 €       21,00

 

-

Restauro, risanamento e ristrutturazione

 €   29,15

 €       15,00

 

OPERE DI INTERESSE GENERALE

 

 

 

-

Parcheggi coperti e silos autoveicoli: per ogni posto auto

 €   46,00

 €       12,00

 

-

Attrezzature culturali, sanitarie e assistenziali

 €   46,00

 €       12,00

 

-

Attrezzature sportive

 

 €   46,00

 €       12,00

 

-

Attrezzature per lo spettacolo

 €   46,00

 €       12,00

 

COSTO DI COSTRUZIONE PER EDIFICI ADIBITI AD ATTIVITA' DIREZIONALE E COMMERCIALE (Deliberazione del Consiglio Comunale N. 40 del 18/10/1991)                                                                                                                   10%

COSTO DI COSTRUZIONE PER EDIFICI DESTINATI ALLA RESIDENZA (AGGIORNATO CON De TE n° 99 DEL 06/10/2016)

€ 406,06

Determinazione valore c.d. "volume perequativo"

Gli art. 43 e 44 delle NTA del Piano delle Regole disciplinano gli indici ed i parametri in termini volumetrici degli edifici a destinazione residenziale, consentendo ulteriori ampliamenti “del 10% del volume esistente/S.l.p. perequativa, degli edifici a destinazione residenziale integrata (Volume Perequativo), purché contenuta nella volumetria massima di 8.000,00 mc disponibile”, “previo accordo con l’amministrazione comunale, attraverso l’acquisto del volume perequativo”.

Altresì il Documento di Piano del P.G.T. al punto 2.g definisce che il c.d. “Volume perequativo”, ovvero gli 8.000 mc, pari a 2.666 mq di S.l.p., provengono dalle aree libere di pertinenza della Sede Municipale che “hanno ceduto la loro vocazione residenziale ai fini dell’interesse collettivo, ne consegue che la loro potenzialità edificatoria può essere distribuita in modo perequato alle aree aventi la medesima vocazione residenziale”.

La Giunta Comunale con propria deliberazione n° 94 del 25/11/2013, vedasi sezione "Modulistica" sottostante, ha determinato in € 80,00/mq il valore del c.d. "volume perequativo".

Normativa

Legge Regionale 11 marzo 2005, n. 12 “Legge per il governo del territorio

D.P.R. 06/06/2001, n° 380 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”

Tempistica

Deposito immediato.

vigenti disposizioni regionali

Delibera X/6894 del 17/07/2017
Circolare 10 del 20/07/2017

Modulistica

Modulo unico
Relazione tecnica di asseverazione
Soggetti Convolti
istruzioni per compilazione richiesta PdC
Modulo di richiesta
Comunicazione fine lavori
Determinazione valore c.d. "volume perequativo"

link Regione Lombardia