Autocertificazione

Ufficio di riferimento: Anagrafe icona per la stampa della pagina

Descrizione Procedimento

La dichiarazione sostitutiva di atto notorio è il documento con cui si possono dichiarare stati, qualità personali o fatti  relativi al dichiarante o che riguardano altre persone e di cui il dichiarante abbia conoscenza.

La dichiarazione sostitutiva di atto notorio può essere usata, ad esempio, per attestare che la copia di un documento è conforme all’originale oppure per dichiarare di essere proprietario di un immobile, erede di una certa persona ecc.

Oltre che con tutte le pubbliche amministrazioni e i gestori di servizi pubblici la dichiarazione sostitutiva di atto notorio può essere utilizzata anche con i soggetti privati che lo consentono.

La dichiarazione sostitutiva di atto notorio può essere scritta su carta semplice o su un modello predisposto dall’ufficio.

Cosa si può autocertificare?

  • Dati anagrafici e di stato civile: Luogo e data di nascita, residenza, cittadinanza, godimento dei diritti civili e politici, stato civile (celibe/nubile, coniugato, vedovo, stato libero), stato di famiglia, esistenza in vita, nascita del figlio/a, morte del coniuge, del genitore, del figlio, ecc.. Tutti i dati contenuti nei registri di stato civile (Es: maternità ,paternità, separazione o comunione di beni).
  • Titoli di studio ,qualifiche professionali: Qualifica professionale, titolo di studio, titolo di specializzazione, titolo di aggiornamento, titolo di abilitazione, titolo di formazione, titolo di qualifica tecnica, esami sostenuti.
  • Situazione reddituale, economica e fiscale: Reddito, situazione economica ,assolvimento obblighi contributivi, possesso e numero del codice fiscale, possesso e numero di partita Iva e qualsiasi dato contenuto nell’anagrafe tributaria, carico familiare.
  • Posizione giuridica: Legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, tutore, curatore, non aver riportato condanne penali, non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e non aver presentato domanda di concordato, non essere destinatario di provvedimenti iscritti nel casellario giudiziale, non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali.
  • Altri dati: Iscrizioni in albi, registri o elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni, iscrizioni ad associazioni o formazioni sociali, posizione agli effetti degli obblighi militari, comprese le situazioni del foglio matricolare, appartenenza a ordini professionali, stato di disoccupazione, qualità di pensionato e categoria di pensione, qualità di studente.

Le dichiarazioni rivolte alle amministrazioni e ai gestori di servizi pubblici non sono soggette all’autenticazione della firma: basta firmarle davanti al dipendente o inviarle per posta o fax insieme alla fotocopia di un documento di identità valido.

La firma delle dichiarazioni sostitutive di atto notorio rivolte ai privati va invece autenticata con conseguente pagamento dell’imposta di bollo, nei casi in cui sia dovuta per legge.

Eccezione: la firma delle istanze e delle dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà per la riscossione da parte di terzi di benefici economici (es. delega per riscossione pensioni) va autenticata dall'Ente che riceve la documentazione oppure dall'anagrafe.  

Requisiti

Essere maggiorenni

I cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea, regolarmente soggiornanti, possono utilizzare le dichiarazioni sostitutive di certificazione e dell’atto notorio limitatamente agli stati, alle qualità personali ed ai fatti certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani.

Documentazione Necessaria

Occorre esibire un documento di riconoscimento.

Per i cittadini stranieri è necessaria l’esibizione del permesso di soggiorno. Se il permesso di soggiorno è scaduto è necessario presentarlo insieme alla ricevuta di rinnovo. Senza questi documenti non si può ottenere quanto richiesto (legge 15/07/2009 n. 94).

Costo

0,26 Euro se in carta libera
0,52 Euro + marca da bollo da 16,00 Euro, se in bollo

Normativa

D.P.R. 445/2000.

Tempistica

Immediata.

Vai al servizio egovernment